Bordolano: infortunio sul lavoro, giovane operaio in fin di vita

L'incidente venerdì: ora Attilio Amigoni, 37 anni, è tenuto in vita solamente dalle macchine. I familiari hanno dato il consenso alla donazione degli organi

E' ormai appesa a un filo sottilissimo la vita di Attilio Amigoni, l'operaio di 37 anni vittima di un drammatico incidente sul lavoro in una ditta di Bordolano, Comune sul confine cremonese a 3 km da Quinzano d'Oglio.

Venerdì scorso, l'uomo è stato colpito al volto da un tappo metallico all'interno di uno stabilimento della zona artigianale del paese. Ora giace in un letto d'ospedale tenuto in vita solamente dalle macchine.

Ogni giorno viene sottoposto a due encefalogrammi: finora si registra una debole attività cerebrale ma, quando entrambi risulteranno piatti, i medici ne dichiareranno la morte. La madre, il padre e il fratello Giovanni hanno già dato il consenso alla donazione degli organi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

Torna su
BresciaToday è in caricamento