Trovano una bomba in una grotta, ma poi esplode: feriti e ustionati due ragazzi

Sono entrambi ricoverati in ospedale i due turisti poco più che 20enni rimasti feriti lunedì pomeriggio sul ghiacciaio Presena

Foto d'archivio

Sono entrambi ricoverati all'ospedale Santa Chiara di Trento i due giovani turisti spagnoli di 21 anni che, lunedì pomeriggio, sono rimasti vittime dell'esplosione di un ordigno bellico (risalente alla Prima guerra mondiale) ancora carico di esplosivo. Pare che i due avessero recuperato alcune munizioni, trovate all'interno di una grotta. Ma è bene ricordare che tale pratica è considerata illegale.

Ustionati a gambe e braccia per l'esplosione

Sta di fatto che i due turisti, una volta usciti dalla grotta, si sono visti scoppiare in mano il residuo di una vecchia bomba. L'esplosione gli ha provocato ustioni a mani e braccia, e le schegge di metallo gli hanno perforato la pelle. Il boato ha messo in allerta anche altri escursioni e alpinisti che si trovavano in zona.

In pochi minuti è stato fatto decollare l'elicottero, che ha permesso di raggiungere in tempi brevi il luogo dell'incidente, sul ghiacciaio Presena a quasi 3000 metri di altitudine, non lontano dal passo del Lago Scuro. I medici sono stati fatti calare sul posto, hanno medicato i due feriti che sono stati poi trasportati a piedi, in barella, per un breve tratto.

L'ultimo viaggio in elicottero, verso l'ospedale

Fino a raggiungere l'ambulanza che li aspettava poco più in là: una volta a bordo dell'autolettiga, sono stati trasferiti fino alla piazzola del passo del Tonale, a Ponte di Legno, per poi essere caricati sull'elicottero e trasportati in ospedale a Trento. I due ragazzi non sono in pericolo di vita, ma hanno comunque riportato gravi ferite.

Stavano scendendo dalla zona del ghiacciaio dopo aver raggiunto e superato quota 3000. Lungo il percorso in discesa, si sono imbattuti in una grotta e spinti dalla curiosità hanno voluto esplorarla. Qui hanno trovato i resti di ordigni vecchi ormai di un secolo. Tempo di prenderli in mano e fare qualche passo, e uno di questi è esploso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento