menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ventottenne di Montichiari denunciato per aver scritto "Silvio morto" su un muro

Il fatto è avvenuto in una scuola paritaria di Bologna. Oltre al giovane bresciano, sono stati denunciati altri due giovani sorpresi dalla polizia in zona Murri. E' stata disegnata anche la sagoma decapitata del premier

La frase 'Silvio morto', con accanto la sagoma di un uomo decapitato che tiene in mano la propria testa. E' il graffito tracciato sul muro di una scuola paritaria di Bologna da un terzetto di 'writers', sorpresi e denunciati dalla polizia che è intervenuta verso mezzanotte all'angolo tra via Albertazzi e via Ghirardacci, zona Murri.

Nei guai sono finiti due milanesi di 24 e 28 anni e un altro ventottenne di Montichiari, domiciliati nello stesso appartamento di Bologna e probabilmente studenti. Gli agenti, avvertiti da un bolognese di 30 anni che li ha visti all'opera, li hanno colti sul fatto: il ventottenne milanese era a cavalcioni sul muro con quattro bombolette di vernice spray in mano, mentre i due complici erano sul marciapiede, a pochi metri. Portati in Questura, è emerso che i due più grandi avevano già piccoli precedenti, mentre il ventiquattrenne era incensurato.


Per tutti è scattata una denuncia per danneggiamento aggravato in concorso. Oltre alla frase riferita a Berlusconi e alla sagoma decapitata, avevano tracciato anche alcuni disegni astratti, scegliendo per i graffiti il muro di recinzione delle scuole San Giuseppe, un istituto religioso gestito dalla Congregazione delle Ancelle del Sacro Cuore di Gesù.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: a Brescia 186 casi e 17 morti, i nuovi contagi Comune per Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento