Bologna: 60enne bresciano pestato a sangue da tre ragazzini

La moda del knockout game che dilaga in tutta Italia: un autotrasportatore bresciano è stato picchiato a sangue da tre giovanissimi, a Bologna. Ricoverato in ospedale con la mandibola fratturata

La scellerata abitudine del knockout game che dilaga in tutta Italia, e dopo i fatti di Brescia degli ultimi mesi si ‘trasferisce’ anche in terra emiliana, a Bologna. La vittima, manco a dirlo, ancora un bresciano: un autotrasportatore di 60 anni aggredito a calci e pugni, da tre giovanissimi.

E’ successo un paio di settimane fa lungo Via Calori, tra il parco 11 Settembre 2001 e Viale Antonio Silvani, il ‘vialone’ che porta dritto in città. Il 60enne camminava tranquillo, quando è stato avvicinato dai tre giovani scalmanati.

“Ehi vecchietto”, sarebbero state le ultime parole pronunciate. Prima di dare il via al pestaggio vero e proprio, tanto che l’uomo, colpito al volto, sviene e perde i sensi. E sarebbe stato colpito ancora, ancora quando riversava a terra privo di conoscenza.

L’uomo è stato poi operato, ha riportato una frattura alla mandibola. Sulla vicenda indaga la Procura: i tre, probabilmente minorenni, sono stati denunciati per lesioni gravi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento