Cronaca Darfo Boario Terme

Chiude il locale e va verso casa: barista aggredita, brutale pestaggio in strada

A due settimane dall'accaduto è ancora ricoverata in ospedale

Sarebbe stata aggredita e picchiata, e forse rapinata, mentre stava tornando a casa dopo il lavoro: sono passate due settimane e non solo non è ancora stata dimessa dall'ospedale, ma le sue condizioni destano ancora preoccupazione. Come scrive Bresciaoggi, la vittima è una barista di 48 anni di Darfo Boario Terme.

Un agguato fuori dal bar

Sull'accaduto indagano i carabinieri. Non è chiaro il perché della brutale aggressione, avvenuta nella zona di Via Roccole a Boario. Ma sta di fatto che la donna aveva appena chiuso il bar e stava tornando a casa, quando sarebbe stata avvicinata da almeno due malviventi, che le avrebbero teso un vero e proprio agguato. Aggredita e picchiata con furia, poi lasciata a terra dolorante.

Soccorsa e subito ricoverata in ospedale a Esine, è stata poi trasferita al Civile – dov'è ancora oggi – per via di una serie di gravi traumi cervicali che avevano bisogno dell'assistenza di specialisti. La donna ha poi raccontato tutto ai carabinieri, che stanno ancora indagando, a caccia dei due aggressori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude il locale e va verso casa: barista aggredita, brutale pestaggio in strada
BresciaToday è in caricamento