Via Brocchi, fermata la discarica di amianto

Sembra che la Loggia è il gruppo Faustini abbiano stretto un accordo e la contestata discarica non sarà realizzata.

Nel giorno in cui i comitati ambientalisti avevano dato il via all’ennesima protesta davanti ai cancelli della discarica, da palazzo Loggia è arrivato l’annuncio che ha spiazzato tutti: nell’attuale buca di via Brocchi non verrà conferito l’amianto.

Pare, infatti, che l’amministrazione comunale abbia raggiunto un accordo con il Gruppo Faustini, proprietario del terreno. L’attuale buca verrà ricoperta con terra e rocce, in cambio il Gruppo Faustini riceverà dal Comune altre superfici edificabili site quasi sicuramente nella zona di San Polo.

Il capogruppo Pd Fabio Capra, a margine del consiglio comunale di venerdì, ha riferito che la Profacta è disponibile a trattare sulla definitiva rinuncia alla discarica.  Cosa otterrà realmente in cambio non è ancora dato a sapersi.

Sulla vicenda hanno sicuramente avuto una notevole influenza il rischio di altri ricorsi al Tar annunciati dai comitati ambientalisti e dal Comune. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pranzo in trattoria, 280 euro di multa a 26 operai: "Come possono mangiare al gelo?!"

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Il governo approva il decreto per il Natale: i divieti e le regole sugli spostamenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento