Bimbo annegato in piscina: aperta un'indagine per omicidio colposo

Sono già stati sentiti i genitori e i bagnini in servizio alle piscine di Via Rodi: mercoledì mattina l'autopsia sul corpo del piccolo Ansh Sharma, annegato domenica

Foto d'archivio

E' programmata per mercoledì mattina l'autopsia sul piccolo Ansh Sharma, il bimbo di origini indiane morto annegato domenica pomeriggio e che avrebbe compiuto 7 anni proprio lunedì: l'esame autoptico servirà a far luce sulle cause del decesso, e capire ad esempio se il bambino possa aver avuto un malore una volta che si trovava in acqua.

La tragedia si è consumata in pochi attimi alle Piscine Lamarmora di Via Rodi, sotto gli occhi attoniti dei genitori e degli altri bagnanti: a nulla sono valsi, purtroppo, i disperati tentativi di rianimarlo, che hanno visto impegnati in prima linea sia i bagnini sia i soccorsi arrivati poco dopo. Ansh è stato trasferito d'urgenza al Civile, dove si spento poco più di un'ora più tardi.

La Procura di Brescia ha aperto un fascicolo per omicidio colposo: sono già stati ascoltati anche i genitori del bimbo, che erano in piscina insieme al figlio più grande, per valutare – come da prassi – una qualche eventuale negligenza. Per lo stesso motivo sono stati convocati in Questura anche i 5 bagnini che in quel momento erano in servizio agli impianti di Via Rodi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La triste cronaca dell'accaduto

Dalle testimonianze raccolte sembra che l'intervento dei bagnini sia stato più che tempestivo: il piccolo è stato recuperato dal fondo della vasca, sdraiato a terra e rianimato sia con la respirazione bocca a bocca che con il defibrillatore. I soccorritori dell'automedica e della Croce Bianca hanno proseguito con le operazioni: il cuore di Ansh ha ripreso a battere, ma si è fermato per sempre a pochi minuti dall'arrivo in ospedale. Il tutto è avvenuto (purtroppo) in un'atmosfera ben oltre il limite del grottesco: tra bambini che giocavano e bagnanti stesi al sole. Soli in pochi, infatti, hanno deciso di interrompere la giornata di relax di fronte all'indicibile dramma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha aperto il nuovo ipermercato: un maxi-store da 5.788 mq (e 120 dipendenti)

  • Terribile tragedia: bimba di 7 mesi muore soffocata da un palloncino

  • Alcol a minori, sporcizia ovunque e cibo scaduto: 12.000 euro di multa per un fast food

  • Si sente male in classe, è positivo al tampone: nuova quarantena a scuola

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

  • Una frenata e poi lo schianto: padre di famiglia muore sul colpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento