rotate-mobile

Terrorizzato dai botti di Capodanno, cane fugge e precipita in un torrente

Salvato dai Vigili del Fuoco: le immagini del recupero

Brutta avventura, ma a lieto fine, per un cagnolino di casa in alta Valle Camonica: è precipitato in un gelido torrente di montagna dopo essere scappato di casa. È successo a Bienno: il cane, terrorizzato da petardi e fuochi d’artificio, è fuggito dall'abitazione dei padroni nella notte di Capodanno, avrebbe vagato parecchio per il paese e per i boschi limitrofi finendo poi per cadere nel torrente Grigna.

Per fortuna qualche passante, nella mattinata del primo gennaio, si è accorto della sua presenza ed ha allertato i Vigili del Fuoco. Tutto è bene quello che finisce bene: il cagnolino è stato raggiunto e messo in salvo dai pompieri prima che fosse troppo tardi. Nonostante la nottata trascorsa all’addiaccio, le sue condizioni di salute sono buone: dopo il salvataggio è tornato tra le braccia dei suoi padroni.

Un destino purtroppo comune a tanti altri animali di compagnia. Secondo i primi dati diffusi dall’Associazione italiana difesa animali ed ambiente (Aida&a), nella notte di Capodanno almeno 400 tra cani e gatti sono morti dopo essere fuggiti a causa dei botti. A questo triste bilancio si aggiungono le centinaia di animali scappati di cui non si conosce la sorte.

Si parla di

Video popolari

Terrorizzato dai botti di Capodanno, cane fugge e precipita in un torrente

BresciaToday è in caricamento