menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

"Vuoi far sesso con me?": gravi accuse a un bidello, ora l'incubo è finito

La fine della lunga odissea giudiziaria del bidello di 66 anni accusato di molestie da una ragazzina di seconda media: assolto da ogni accusa

Assolto da ogni accusa perché il fatto non sussiste: dopo quattro anni è stato scagionato il bidello di 66 anni, al lavoro in una scuola media bresciana, indagato nel 2015 dopo la denuncia di una ragazzina 12enne. A detta della studentessa, il bidello l'avrebbe adescata in bagno, proponendole un rapporto sessuale.

Tutto sarebbe successo al cambio dell'ora: la ragazzina, insieme ad un'amica, avrebbe incontrato il bidello in bagno tardando il suo rientro in classe. Richiamata dall'insegnante, avrebbe dunque riferito della presunta molestia subita solo pochi minuti prima.

Da allora è cominciata la lunga odissea giudiziaria del bidello, che aveva pure lasciato la scuola per trasferirsi in un altro istituto. L'uomo ha sempre negato ogni responsabilità, udienza dopo udienza, fino alla definitiva decisione del giudice: la sentenza lo assolve da ogni accusa. Ora si attendono le motivazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid Bollettino Lombardia del 18 aprile 2021: tutti i dati

  • Cronaca

    Party a bordo vasca per 15 persone: tutti denunciati

  • Cronaca

    Auto in fiamme, coppia scende un attimo prima del disastro

  • Coronavirus

    Cosa riapre in Italia dal 26 aprile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento