Cronaca

Arrestato giovane meccanico: nel cruscotto 300.000 euro di cocaina

Nascondeva più di un chilo di cocaina in un vano segreto tra cruscotto e motore: arrestato a Berzo Inferiore un 31enne di Ferrara, meccanico e incensurato. Fermato dai Carabinieri della Compagnia di Breno

© Bresciatoday.it

I Carabinieri della Compagnia di Breno hanno intercettato nella notte tra lunedì e martedì un corriere della droga che nascondeva nella sua auto un carico di oltre un chilogrammo di cocaina purissima. E’ stato arrestato, e già incarcerato a Canton Mombello a Brescia: si tratta di un  albanese di 31 anni residente in Emilia Romagna, provincia di Ferrara, di professione meccanico e fino a ieri completamente incensurato.

Stava guidando la sua Peugeot 206 Sw quando alla vista di un posto di blocco dei militari, nei pressi di Berzo Inferiore, ha improvvisamente cercato di invertire la rotta, cambiando direzione. Una mossa che è stata subito notata dai Carabinieri in servizio, che si sono poi accorti di un insolito nervosismo durante il controllo della vettura.

In prima battuta non era stato trovato nulla in macchina: la Peugeot allora è stata portata in caserma, e smontata praticamente pezzo dopo pezzo. Dopo circa un’ora di ricerche è saltata fuori la droga, nascosta in un vano segreto del cruscotto e accessibile solo dalla zona motore: all’interno un involucro sottovuoto che conteneva esattamente un chilo e cento grammi di cocaina purissima.

Stando alle stime fornite proprio dai Carabinieri, l’ingente quantitativo di droga sarebbe stato acquistato per circa 40 o 50mila euro. Una volta tagliata, e rivenduta sul mercato al dettaglio, avrebbe potuto fruttare anche più di 300mila euro, oltre sei volte il suo valore iniziale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato giovane meccanico: nel cruscotto 300.000 euro di cocaina

BresciaToday è in caricamento