Tanfo insopportabile al cimitero: il sindaco vieta i fiori e fa bucare i loculi

Una puzza insopportabile al cimitero di Demo, a Berzo Demo in Valcamonica: il sindaco vieta di lasciare i fiori nei vasi, che potrebbero marcire. E in paese infuria la polemica

Foto d'archivio

Tanfo insopportabile al cimitero, forse per il caldo o per qualche loculo non correttamente sigillato: fatto sta che in paese si è scatenata una dura polemica. Lo scrive Bresciaoggi: a quanto pare ai cittadini (al momento anononimi, ma che proprio al cimitero hanno lasciato varie lettere non firmate) non sarebbe piaciuto il comportamento del sindaco.

Succede a Berzo Demo, in Valcamonica: qui il primo cittadino Gian Battista Bernardi, rilevato che il tanfo segnalato al camposanto c'era eccome, ha da poco fatto pubblicare un avviso in cui è caldamente sconsigliato lasciare dei fiori recisi in vasi d'acqua davanti o sopra le tombe.

Il motivo: fa troppo caldo, i fiori marciscono in fretta e per questo puzzano. E non sarebbe nemmeno il primo tentativo. Per risalire al fastidioso odore, il sindaco ha fatto “bucare” anche alcuni loculi, quelli da cui pareva arrivassero gli odori “sospetti”.

Niente da fare: tombe bucate e fiori vietati, ma l'olezzo rimane. E appunto in paese non manca la polemica, tra chi lamenta dei buchi nei loculi senza che siano state avvisate le famiglie, e chi invece il divieto di lasciare fiori ai propri cari lo vede come un affronto.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Musicista bresciano accoltellato fuori da un locale

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • La fame di supermercati non si placa: nuovo punto vendita in arrivo

Torna su
BresciaToday è in caricamento