Strada da 10 morti in 20 anni: in paese arrivano gli speed check

A Berzo Demo l'amministrazione comunale ha fatto installare numerosi rilevatori di velocità: alcuni di questi sono stati posizionati nella tratta 'maledetta', i 2 km dove sono morte 10 persone in 20 anni

Dieci morti in meno di 20 anni, su quella strada maledetta. E' il tratto della statale del Tonale dismesso a Demo dall'Anas, dopo l'apertura della variante Capodiponte-Forno Allione. In tutto 2 chilometri che, sul tema sicurezza, fanno discutere da tempo, soprattutto per quel che riguarda l'incolumità dei pedoni (l'ultimo decesso nel 2014, con una persona falciata da un'auto sulle strisce pedonali).

Sarebbe questo il motivo – almeno secondo quanto riportato da BresciaOggi – che avrebbe dunque spinto l’amministrazione comunale ad installare alcuni rilevatori di velocità proprio lungo quel pericoloso percorso.

Sono gli ormai arcinoti ‘speed check’, i lunotti arancioni vuoti al loro interno, ma in cui la Polizia Locale può installare gli autovelox mobili, ovviamente rimanendo a vista d’automobilista. Per il momento funzionano come deterrente, l’intenzione di sindaco e giunta non è quella di fare cassa quanto di limitare la velocità lungo quel tratto.

Non sono i primi e non saranno gli ultimi. A Berzo Demo è in atto il progetto di sensibilizzazione ‘Noi SiCuri’, e che prevede anche assemblee e incontri pubblici. Su questo il sindaco Giovan Battista Bernardi è stato molto chiaro: “Il 95% degli incidenti stradali è causato dalla negligenza di chi si trova al volante”.

Altri ‘speed check’ sono già stati posizionati, altri forse arriveranno. Alla vista della colonnina arancione meglio dunque moderare la velocità: il limite infatti è stato fissato in 50 chilometri orari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento