Minacciata e pedinata, pensa anche al suicidio: suoceri condannati per stalking

Due anni di reclusione, a testa, per i suoceri della giovane mamma che li aveva denunciati per stalking: e ora il processo prosegue anche per l'ex compagno

Foto d'archivio

“Ho pensato anche a un gesto estremo, ma non sono mai arrivata in fondo perché mio figlio mi ha dato la forza di andare avanti”: questo è quanto ha dichiarato a Bresciaoggi la giovane mamma di Berlingo alle prese ormai da anni, dal lontano 2011, con una difficile situazione fatta di denunce e processi, per stalking e minacce.

La notizia più recente riguarda la sentenza del tribunale: i genitori dell'ex compagno, insomma i suoceri della donna, sono stati condannati entrambi a due anni di reclusione per stalking. Ma non è finita: a parte il ricorso in appello, che pare inevitabile, la vicenda giudiziaria prosegue con un altro procedimento per lesioni, di cui è accusato l'ex compagno, e minacce, di cui invece è accusato l'ex suocero.

La sentenza del tribunale ha riconosciuto le accuse mosse dalla giovane madre nei confronti dei suoceri: nel dibattimento si è discusso di lesioni, minacce e pedinamenti. L'accusa aveva chiesto un anno di carcere, per entrambi, il giudice ha deciso diversamente raddoppiando di fatto la pena.

Una storia lunga anni

“Ci sono stati momenti in cui avevo paura di uscire di casa”, ha detto ancora la donna che per quanto riguarda il procedimento penale è sempre stata affiancata dalla madre. Una vicenda che nella pratica sarebbe proseguita per anni, con denunce e contro-denunce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche la donna era stata infatti querelata dall'ex compagno, ma è stata assolta. Ora gli stralci del processo proseguono con altri capi d'accusa, appunto lesioni e minacce. Una doppia sentenza pressoché inedita, e che per la prima volta (o quasi) in ambito familiare riconosce lo stalking non solo nei confronti del compagno, ma anche dei suoceri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Terribile incidente: precipita elicottero, morto dirigente d'azienda

  • Coronavirus, 177 contagi in 24 ore: i nuovi casi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento