Brescia: rapisce la compagna e la picchia tutta la notte

In manette un 43enne bergamasco, residente a Villongo, che in preda ad un raptus rapisce la compagna di Brescia, una 52enne di San Polo, la porta con sé e la picchia per una notte intera. Arrestato dai Carabinieri

Veduta aerea di San Polo

Un arresto rocambolesco, nel cuore del quartiere residenziale di San Polo. Un uomo di 43 anni con svariati precedenti penali, e già ai domiciliari, armato di pistola (per fortuna a salve) che sequestra la sua attuale compagna, di 52 anni, la porta con sé nella Bergamasca e la picchia per una notte intera.

L’uomo è stato arrestato, proprio il giorno successivo le violenze. Avvenute nella sera di giovedì, quando il 43enne bergamasco, originario di Villongo, ha improvvisamente dato di matto, ha aggredito prima la madre della compagna, una signora di 82 anni, e ha poi ‘rapito’ la 52enne, caricandola in macchina e portandola a Bergamo.

Una notte da incubo, fatta di botte e minacce, come fosse in preda ad un raptus. La donna è riuscita in qualche modo ad avvisare un amico, che ha poi riferito la vicenda ai Carabinieri. Il giorno dopo i militari hanno aspettato il violento aggressore al varco, mentre anche a Brescia i ‘colleghi’ ispezionavano la villetta di San Polo, momentaneamente abbandonata.

L’uomo è stato poi condotto in carcere, prima di essere nuovamente trasferito ai domiciliari. Ma questa volta a Villongo, e con l’obbligo di stare alla larga dalla donna che ha aggredito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

Torna su
BresciaToday è in caricamento