Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Quattro bimbe in una volta: parto plurigemellare al Giovanni XXIII

La gioia diffusa, anche tra chi ha seguito il parto: benvenute al mondo alle quattro gemelle Elisa, Giada, Giorgia e Giulia. Stanchissima mamma Laura, di 33 anni, che ha rifiutato di abortire due embrioni

Ogni tanto, per fortuna, una buona notizia. L’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo ha ospitato proprio ieri, a metà mattinata, un parto plurigemellare come da tempo non si vedeva: quattro bimbe, scatenate ma pronte a farsi abbracciare da mamma Laura, 33 anni, e papà Claudio, 34.

Proprio loro che, si racconta, prima avevano paventato l’ipotesi di non avere figli, poi con i medici a suggerire l'eliminazione di due embrioni e ora invece che si ritrovano con quattro gemelle sul groppone. La gioia diffusa, anche per chi all’ospedale quel parto l’ha seguito: e le piccole Elisa, Giada, Giorgia e Giulia sono già le nuove star dell’istituto ospedaliero bergamasco.

Sono nate dopo circa 8 mesi e mezzo di gravidanza, in leggero ritardo per un parto di questo tipo, ovviamente con taglio cesareo. Hanno un peso che varia fra un chilo e 670 grammi e i due chili, e sono più uniche che rare: la statistica dice infatti che prima di assistere ad un parto plurigemellare quadrigemino, devono passarne almeno 750mila.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro bimbe in una volta: parto plurigemellare al Giovanni XXIII

BresciaToday è in caricamento