Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Abusò di due sorelline, 73enne condannato a 12 anni di carcere

Il pm: "La sua colpa ancora più grave, lo consideravano come un nonno"

Il tribunale di Bergamo ha condannato un uomo di 73 anni a 12 anni di reclusione per abusi sessuali nei confronti due sorelline di 9 e 11 anni, residenti nella Bassa bergamasca.

Il pm Gianlugi Dettori aveva chiesto proprio 12 anni di reclusione, spiegando che "la sua colpa più grave è quella di aver tradito la fiducia di quelle due bambine, che lo consideravano come un nonno".

L'uomo, residente in un paese delle valli bergamasche e tuttora agli arresti domiciliari in una comunità, era un conoscente della famiglia delle due sorelline. Era stata una vicina di casa a presentare denuncia, avendo visto l'anziano in atteggiamenti inequivocabili con le bambine.

Lui, tuttavia, si è sempre dichiarato innocente, ma già nel 1990 era stato condannato per molestie sessuali su minore. Nel caso più recente l'uomo avrebbe invece convinto le due sorelline a compiere atti sessuali con lui, dicendo loro che anche un'altra bambina, della quale aveva loro parlato in precedenza, l'aveva fatto.


Secondo la procura, l'anziano avrebbe anche approfittato della condizione di disagio in cui viveva la famiglia, comprandone la fiducia con regali e somme di denaro. Anche il padre e la madre delle due sorelline erano finite iscritte nel registro degli indagati con l'accusa di omesso controllo nei confronti delle figlie, ma la loro posizione è stata stralciata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusò di due sorelline, 73enne condannato a 12 anni di carcere

BresciaToday è in caricamento