menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

La lotta di Piero Angela contro il mostro del Garda: “Solo sensazionalismo”

La fine di un'epoca, seppur breve: il mostro del lago di Garda non esiste. Lo dice il Cicap, il Comitato di Controllo sulle Pseudoscienze fondato da Piero Angela

La spiegazione tecnica e definitiva è a firma di Luca Turrini, responsabile delle ricerche subacquee dei Volontari del Garda. “Il tracciato che mostra le due masse con forme simili a grossi pesci è stato ripreso nella zona tra il Vò e il porto di Padenghe, da una schermata del sonar a testa rotante dei Volontari, e pubblicato in maniera scherzosa sui social network”.

“In realtà le masse sono risultate immobili al sonar per diversi minuti, e successivamente ispezionate con la telecamera posta sotto lo stesso sonar rivelavano la loro natura di masse di alghe accumulate dalle correnti locali”.

“Il clamore e la pubblicità data a questa immagine si deve secondo noi al desiderio di sensazionalismo delle testate locali ed alla captatio benevolentiae di alcuni operatori e studiosi del settore della criptozoologia che in ogni caso ben sapevano la reale natura delle masse inquadrate”.

Ma intanto Bennie “vive” ancora, come simbolo (allegro o meno) di un lago sempre in cerca di un'identità. L'hanno raccontato bene un gruppo di ragazzi, in una memorabile parodia (QUI IL VIDEO): il vero mostro del Garda non è Bennie. Tutt'altro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Party a bordo vasca per 15 persone: tutti denunciati

  • Cronaca

    Auto in fiamme, coppia scende un attimo prima del disastro

  • Coronavirus

    Cosa riapre in Italia dal 26 aprile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento