Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Imprenditore da una vita, ucciso da un malore in auto prima dello schianto

Morto a 84 anni l'imprenditore Rinaldo Stretti di Bedizzole, insieme al fratello Franco aveva fondato la Stretti Cantieri, addirittura nel 1947. Ucciso da un malore fatale mentre stava tornando a casa

Foto (C) BresciaToday.it

Un malore improvviso: sembra questa la “pista” da seguire, in attesa dell'esito dell'esame autoptico già disposto sul cadavere. A perdere la vita l'imprenditore 84enne Rinaldo Stretti, di Bedizzole: pare stesse tornando a casa, in Via Valtenesi a Nuvolera, quando improvvisamente il suo cuore avrebbe smesso di battere. La sua auto si è poi ribaltata sul ciglio della strada. Non sono ancora stati fissati i funerali.

Lacrime e rabbia, nonostante la bella età. In paese a Bedizzole “il Rinaldo” lo conoscevano in tanti: lui e il fratello Franco negli anni e nei decenni si erano costruiti un piccolo impero familiare, con la Stretti Cantieri con sede oggi a Calcinato, e fondata addirittura nel 1947. Quasi 70 anni fa.

Era in pensione da più di 15 anni, ma non si era mai fermato. Si era trasferito con la moglie a Sibari, in provincia di Cosenza, dove ancora si occupava di consulenza e promozione immobiliare per il turismo. Era inoltre un grande appassionato di caccia, lui e la sua fedele “doppietta”.

Lascia anche un altro fratello, Giordano. Una volta erano in quattro: il fratello Oliviero è morto nel 1997, a seguito dell'esplosione di un ordigno in una fabbrica di Carzago specializzata nella fabbricazione di esplosivi per le cave.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore da una vita, ucciso da un malore in auto prima dello schianto

BresciaToday è in caricamento