Cronaca

Finestre e porte chiuse, pranzo clandestino in trattoria: multe ai clienti per 3.000 euro

Le voci provenienti dall’interno della trattoria hanno attirato l’attenzione e il pranzo ‘clandestino’ è stato interrotto dalla Polizia Locale.

Foto d'archvio

Finestre ben chiuse e nessuna risposta quando la Polizia Locale ha bussato alle porte della trattoria. Trucchetti che non hanno affatto funzionato: alla fine gli agenti del Comando intercomunale di Bedizzole-Calcinato-Lonato hanno fatto irruzione nel ristorante  -passando dall’attiguo Bed & Breakfast - interrompendo il pranzo ‘clandestino’. A richiamare l'attenzione dei vigili il baccano proveniente dall'interno del locale.

È successo nei giorni scorsi a Bedizzole: dentro la trattoria sono stati pizzicati in tutto 9 clienti, intenti a consumare un pasto caldo in due tavoli diversi. Il titolare del locale ha provato a giustificarsi, spiegando che poteva servire cibi e bevande nel locale, perché in possesso di una convenzione per il servizio mensa.

La documentazione presentata non sarebbe però stata completa e per lui, come per i clienti, sono scattate le sanzioni: 280 euro a testa (se pagati subito) per un totale di quasi 3.000 euro. Come previsto dal Dpcm in vigore è scattata anche la chiusura della trattoria per i prossimi 5 giorni. Ma lo stop potrebbe essere prolungato dal prefetto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finestre e porte chiuse, pranzo clandestino in trattoria: multe ai clienti per 3.000 euro

BresciaToday è in caricamento