Cronaca Bedizzole / caselle

Malore in azienda: rianimato da un collega, operaio muore in ospedale

Non ce l’ha fatta il 52enne vittima di un attacco cardiaco durante il turno di lavoro alla Omz di Bedizzole: si è spento al Civile di Brescia.

L’infarto mentre era al lavoro, il massaggio cardiaco praticato da un collega, la corsa al Civile e il ricovero in terapia intensiva, dove purtroppo è spirato il giorno successivo. Questo il tragico destino di Ivan Bendinelli, 52enne di casa a Rivoltella del Garda. 

Il grave malore lunedì sera alla torneria Omz di Bedizzole: il 52enne si era accasciato a terra, perdendo i sensi, sotto gli occhi di un collega che per primo lo aveva soccorso, rianimandolo. Un intervento tempestivo che sembrava aver salvato la vita all’operaio: all’arrivo dell’ambulanza il suo cuore aveva infatti ripreso a battere.

Trasportato d’urgenza al Civile, le sue condizioni erano apparse critiche, ma il peggio sembrava alle spalle. Nelle ore successive il quadro è però di nuovo precipitato: il cuore del 52enne non ha retto ad altri attacchi e ha smesso per sempre di battere nel primo pomeriggio di martedì. 

Una scomparsa improvvisa che ha fatto sprofondare nel dolore i colleghi dell’officina meccanica di via Caselle, gli amici e l’anziana madre Elisa. In tanti sono attesi per l’ultimo saluto che sarà celebrato giovedì pomeriggio (alle 16) nella chiesa di San Michele Arcangelo di Rivoltella, dove l’uomo - celibe e senza figli - abitava da tempo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore in azienda: rianimato da un collega, operaio muore in ospedale

BresciaToday è in caricamento