Brucia una discarica: puzza e fumo nero anche a chilometri di distanza

L'incendio è divampato mercoledì mattina alla discarica Faeco di Bedizzole: avrebbe preso fuoco (per autocombustione) il materiale stoccato nella vasca E, il "car fluff" dei rottami delle auto

Incendio alla Faeco (fonte: Facebook - Basta Veleni)

Incendio alla discarica Faeco di Bedizzole, il secondo in meno di tre mesi: ma se nel primo caso si sarebbe trattato di un rogo doloso, su cui è ancora aperto un fascicolo d'indagine, in questo caso si sarebbe trattata di autocombustione. Comunque la preoccupazione rimane alta: le fiamme sono divampate per diversi metri, il fumo ha raggiunto centinaia di metri di altezza, visibile anche a chilometri di distanza.

VIDEO — Incendio alla discarica Faeco

A prendere fuoco sono stati i rottami non metallici delle automobili, il cosiddetto “car fluff”, nella vasca E della discarica, tra l'altro un'area già posta sotto sequestro dalla magistratura. Le fiamme sarebbero divampate intorno alle 11.30, il fuoco sarebbe stato domato in poco più di un'ora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento