Cronaca

Omicidio Bedizzole: nel passato di Stabile droga e un sequestro

Continuano le indagini sull'omicidio di ieri sera a Bedizzole. Intanto emergono nuovi particolari sulla vita della vittima. Nel 1981 fu coinvolto anche in un sequestro di persona

Tiziano Stabile

Proseguono le indagini dei carabinieri di Brescia e Desenzano sull'omicidio di Tiziano Stabile, il 54enne di origini mantovane, ucciso ieri sera a Bedizzole.

L'uomo, che aveva precedenti penali per traffico di droga e che nel 1981 fu coinvolto in un sequestro di persona, è stato raggiunto da due colpi di pistola, uno alla nuca e l'altro al torace, in un parcheggio nella zona industriale del paese.

A lanciare l'allarme è stato un camionista di passaggio che ha notato il corpo e ha chiamato il 118. Tiziano Stabile, colpito vicino alla sua auto, è morto poco dopo l'arrivo alla clinica Poliambulanza a Brescia. Nessuno nella zona sembra abbia sentito nulla.

Il magistrato di turno Claudio Pinto ha fatto acquisire le immagini del telecamere di videosorveglianza installate sui capannoni delle aziende che si affacciano sul parcheggio, teatro dell'omicidio. Gli inquirenti potrebbero avere risposte anche dal telefonino della vittima, trovato nella sua auto, posta sotto sequestro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Bedizzole: nel passato di Stabile droga e un sequestro

BresciaToday è in caricamento