menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo dov'è stata intercettata l'auto rubata

Il luogo dov'è stata intercettata l'auto rubata

Inseguimento in tangenziale Sud per un'auto rubata: due arresti

A finire in manette due cittadini albenesi. L'auto, una Hyundai rossa, era stata rubata nel mese d'ottobre a Novara

Spettacolare inseguimento lunedì pomeriggio in tangenziale Sud da parte della Polizia locale di Bedizzole e Lonato. Grazie al nuovo telelaser "targa system", gli agenti hanno individuato una Hyundai rossa rubata nel mese d'ottobre a Novara.

Una pattuglia ha cercato di fermare l'auto che fuggiva in direzione di Desenzano. Il conducente ha però forzato il posto di blocco mettendo a serio rischio l'incolumità dei poliziotti. Poco più avanti, hanno abbandonato il veicolo in mezzo alla strada, dandosela a gambe levate nella campagna bedizzolese.

E' nata una vera e propria caccia all'uomo da parte di polizia e carabinieri, che - dopo circa mezzora - ha portato all'arresto di un primo malvivente nascosto all'interno di un casolare abbandonato. Dopo un'altra ora di ricerche, anche il secondo è finito in manette, trovato accuciato in un canale di cemento.

Ad essere fermati due cittadini albanesi: un ragazzo di 20 anni senza fissa dimora, ma in regola con il permesso di soggiorno, e un 17enne già noto alle forze dell'ordine per numerosi furti in appartamento. Il maggiorenne è stato processato per Direttisima: il giudice ha disposto il divieto di dimora in provincia di Brescia. Il minore, invece, è stato riportato nella comunità dove già dimorava in attesa di essere processato per un precedente furto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Sport

    Super-G junior: c'è un ragazzo bresciano sul tetto del mondo

  • social

    Le vere origini della Festa della Donna

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento