Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Dalla parte dei poveri e degli emarginati, addio a don Mombelli

Morto a 88 anni in Brasile il missionario Savino Mombelli, originario della bassa: sabato a Bassano una messa in suo ricordo. Da 50 anni viveva a Belém nel cuore dell'Amazzonia

Savino Mombelli

BASSANO. Tutta la comunità piange la morte di Savino Mombelli, missionario nato a Pontevico e cresciuto a Bassano, ma da quasi mezzo secolo in Brasile: si è spento a 88 anni, a stroncarlo i problemi cardiaci che lo affliggevano  da tempo. Aveva 88 anni: come da sua volontà si è fatto seppellire a Bélem, capitale dello Stato del Pará. 

Qui Mombelli si era rifatto una vita, a stretto contatto con la povertà e le problematiche del gigante sudamericano. Tante le attività di solidarietà svolte dal missionario saveriano, tutte raccontate in un film documentario: dalle adozioni a distanza, alle case d'accoglienza per bambini e ragazzi orfani, fino alla costruzione di case per i senza tetto.  

A Bélem ci ha vissuto per quasi 50 anni,  si era trasferito nel 1966 per cominciare quella che lui stesso ha definito "Un avventura di solidarietà all'insegna dell'evangelizzazione". "Un pastore zelante che ha lasciato casa e famiglia per mettersi a disposizione dei poveri e degli emarginati" così la comunità di Bassano ricorda padre Mombelli.  

Ai funerali hanno partecipato centinaia di persone. Ma verrà ricordato anche nella sua terra natia con una messa che si terrà alle 18.30 di sabato nella chiesa parrocchiale di Bassano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla parte dei poveri e degli emarginati, addio a don Mombelli

BresciaToday è in caricamento