rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

Capanno da caccia devastato dalle fiamme: "In fumo anni di lavoro"

È stato fatto esplodere con due bombole del gas

Un capanno da caccia, situato nelle campagne della Bassa Bresciana, è stato completamente divorato dalle fiamme. A fare l'amara scoperta, a pochi giorni dal via della stagione venatoria, che si apre oggi (domenica 17 settembre) è stato il proprietario.

Nella mattinata di mercoledì 13 settembre si è recato al suo capanno - adibito alla caccia agli acquatici - trovandolo completamente distrutto. Al suo arrivo le fiamme erano, per fortuna, spente, ma non restava più nulla della struttura: tutto era stato ridotto a cenere. 

"È stato fatto esplodere con due bombole del gas", spiega il cacciatore nel filmato in cui documenta il raid, poi diffuso sui canali social di "Caccia & Dintorni" .

"Qualche nostro nemico è venuto a farci visita stanotte e anni di lavoro stanno andando ancora in fumo", racconta l’uomo mentre passeggia tra le rovine del suo capanno. Ci sono ben pochi dubbi, infatti, sull'origine dolosa dell'incendio: le bombole usate per farlo esplodere sono ancora ben visibili. 

Amareggiato e impaurito, il proprietario del capanno non ha potuto fra altro che sporgere denuncia alle forze dell’ordine che sono al lavoro per cercare i responsabili del raid. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capanno da caccia devastato dalle fiamme: "In fumo anni di lavoro"

BresciaToday è in caricamento