rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Cronaca

Palpeggiamenti a seno e natiche delle sue cameriere: barista nei guai

L'uomo è stato denunciato e verrà processato. Dovrà comparire in tribunale tra poco più di un mese.

Un barista della Bassa verrà processato con rito abbreviato (finirà in aula il prossimo 6 aprile), per le accuse di violenza sessuale e minacce.

Contro l'uomo – un 53enne cremonese, ma da sempre di casa in provincia di Brescia – c'è un'ex cameriera di 30 anni del suo locale, che l'ha denunciato raccontando di continui palpeggiamenti a seno e natiche; episodi confermati da un'altra cameriera, che, però, ha deciso di non costituirsi parte civile.

Non solo molestie. L'uomo è accusato di minacce nei confronti dei proprietari dell'immobile dove aveva sede il bar, marito e moglie che – dopo essersi lamentati per gli schiamazzi notturni – erano stati minacciati di morte dal 53enne: "Chiamo i miei amici albanesi e finite al cimitero", avrebbe detto loro.

L'uomo si trova attualmente in carcere a Canton Mombello per motivi legati a un'altra vicenda. Le molestie sessuali sarebbero avvenute nella prima settimana del luglio di due anni fa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palpeggiamenti a seno e natiche delle sue cameriere: barista nei guai

BresciaToday è in caricamento