menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In congedo di maternità, sorpresa a lavorare in un altro centro estetico

La donna è stata denunciata per truffa allo Stato. Stessa sorte per un 35enne sospeso a lavorare in una carrozzeria, mentre era in mutua per un infortunio rimediato proprio sul posto di lavoro

Per l'Inps, e il datore di lavoro, avrebbe dovuto essere a casa a godersi il periodo di riposo previsto dal congedo di maternità. Un permesso che la donna avrebbe sfruttato per lavorare, in nero, in un'altra struttura e arrotondare lo stipendio. Succede a Barghe: un'estetista è stata sorpresa dai Carabinieri dell'ispettorato del lavoro in un centro estetico del paese, mentre usufruiva della maternità in un’altra attività commerciale analoga. Per la donna è scattata una denuncia per truffa ai danni dello Stato.

È solo una, forse la più eclatante, delle tante infrazioni riscontrate dai Carabinieri del Nil nel Bresciano: negli ultimi giorni i militari hanno passato al setaccio decine di attività lavorative del Bresciano, elevando multe per ben 30mila euro. 

Nei guai anche una carrozzeria di Carpenedolo, all'intero della quale sono stati pizzicati due lavoratori in nero. Uno dei due, regolarmente assunto, non avrebbe proprio dovuto trovarsi al lavoro, a causa di un infortunio alla schiena rimediato proprio all'interno della carrozzeria.  Il 35enne era infatti in malattia da diverse settimane: anche lui è stato denunciato per truffa ai danni dello Stato. 

Per il titolare della carrozzeria è invece scattata la sospensione dell'attività: per aprire nuovamente i battenti dovrà provvedere al più presto alla regolarizzazione dei lavoratori e pagare la sanzione inflitta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento