menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Brucia le sterpaglie: le fiamme lo circondano, muore soffocato

Morto a 72 anni l'agricoltore in pensione Primo Battagliola, di Barbariga: giovedì pomeriggio stava lavorando in quello che è stato il suo campo, è rimasto soffocato dal fumo delle fiamme

Tragedia nella Bassa Bresciana: un uomo di 72 anni è morto intossicato mentre stava bruciando degli sterpi nelle campagne di Barbariga. Si chiamava Primo Battagliola: agricoltore in pensione, aveva dato in gestione il campo di sua proprietà, a Margareda, che ogni tanto però bazzicava ancora. Proprio come giovedì pomeriggio.

Sono circa le 16 quando dal vicino vivaio Onda Verde viene lanciato l'allarme: il campo sta bruciando. Viene avvisato l'assegnatario del campo, e qui la preoccupazione si fa alta: all'ingresso del campo viene trovata l'auto di Primo Campagnola, di lui però nessuna traccia.

Lo troveranno senza vita, a poche centinaia di metri di distanza. Non ci sono dubbi sulle dinamiche: Campagnola è rimasto intossicato dal fumo. Pare che stesse bruciando alcune sterpaglie, abitudine quasi di routine per un esperto agricoltore come lui.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento