Ritrovo abituale di pregiudicati e spacciatori: bar chiuso per due settimane

Licenza sospesa a seguito di due controlli effettuati dalla Polizia locale e dalla Polizia di Stato.

La scritta apparsa fuori dal bar nel 2017

Dopo le due chiusure del 2017, quando scoppiò una vera e propria polemica, il bar "Le sorelle" di via San Faustino ha di nuovo le serrande abbassate. L'ordine arriva dal Questore di Brescia, che ha fatto notificare il provvedimento nelle scorse ore. 

La decisione è stata presa a margine di due distinte operazioni condotte dalla Polizia locale e dalla Polizia di Stato, operazioni che hanno portato all'identificazione a all'arresto di alcune persone legate allo spaccio di stupefacenti. Oltre ai pusher sono stati identificati anche alcuni assuntori abituali di droga. 

La chiusura non rappresenta una novità per il bar, già oggetto di due distinte serrate nel 2017. In quegli episodi i titolari manifestarono apertamente la loro contrarietà per la decisione del Questore, non ritenendosi responsabili per ciò che era avvenuto ai proprio tavolini: «Non è chiaro, dunque, il motivo per cui debba esser punita un'attività di lavoratori onesti per colpa di qualcun altro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

  • Dona 6,6 milioni di euro: il gesto d'amore per il nuovo polo oncologico

Torna su
BresciaToday è in caricamento