Cronaca Centro / Via San Faustino

Spacciatore tra i tavolini, chiuso il bar Le Sorelle: “Siamo baristi, non poliziotti”

La scritta apparsa fuori dal bar Le Sorelle

BRESCIA. Nella mattinata di mercoledì, è stata disposta dal Questore la chiusura per 15 giorni del Bar “Le Sorelle” di via San Faustino. Il provvedimento scaturisce dall’arresto effettuato dalla Locale di un pusher che, stando a quanto riferisce la Questura, da tempo avrebbe eletto i locali del bar a propria base operativa per i contatti, le contrattazioni e gli scambi di sostanze stupefacenti, “come emerso - si legge in un comunicato - dai ripetuti controlli eseguiti presso il locale, immediatamente attivati a seguito delle numerose segnalazioni da parte dei residenti, che lamentavano un viavai sospetto di individui legati al contesto criminale della droga”.

I titolari del bar negano con decisione la versione della Locale e già si sono rivolti a un avvocato. Su Facebook, inoltre, hanno pubblicato un ‘post’ con un dettagliato resoconto dell’arresto: “Un piccolo uomo, apparentemente senza alcuna buona ragione, cammina a zonzo tra i tavoli esterni di un Bar. Il piccolo uomo viene notato dalle bariste, perché con fare sospetto passeggia avanti ed indietro, senza chiedere alcuna consumazione”.

“Tutto sembra tranquillo - si legge ancora -, quando ad un certo punto l'uomo si ferma e si siede ad un tavolo, situato sull'angolo sinistro più esterno del dehors. In men che non si dica, quattro agenti della Polizia Municipale in borghese si avventano verso quello che si rivela essere un piccolo spacciatore, lo perquisiscono e lo ammanettano, poi lo portano via. Loro, silenziosi, si dileguano. Anche agli uffici amministrativi della Questura questa storia piace, tanto da averla trascritta su un verbale, ufficializzando che questo pusher è stato arrestato all'interno del Bar Le Sorelle. In realtà quest'uomo è stato solo fermato, anche perché dopo solo circa tre ore era già a piede libero".

L'accusa di protagonismo alle forze dell’ordine:

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciatore tra i tavolini, chiuso il bar Le Sorelle: “Siamo baristi, non poliziotti”

BresciaToday è in caricamento