Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Tra i tavolini malviventi e spacciatori: chiuso il Bar Fontana di Brescia

La misura decisa dal Questore Vincenzo Ciarambino

Il Questore Vincenzo Ciarambino ha disposto la sospensione di 30 giorni della licenza per la somministrazione di cibi e bevande al Bar Fontana di Brescia. Mercoledì mattina il personale della Divisione PASI ha notificato la misura al titolare. 

Il locale era già stato oggetto di analoghi provvedimenti di sospensione già a partire dall’ottobre 2010 fino al 20 dicembre scorso, quando la licenza era stata sospesa per 20 giorni.

La misura attuale è scaturita dai numerosi interventi della Polizia di Stato e della Locale all’interno del bar. In particolare, l’11 settembre un’operazione antidroga nell’area della stazione ha permesso di acquisire elementi probatori sull’abituale frequentazione del locale da parte di numerosi malviventi. I vigili hanno inoltre proceduto all’arresto di un pregiudicato, trovato in possesso di 21 grammi di hashish. 

Scrive la Questura: "Il titolare, diffidato, dovrà adottare ogni possibile misura per evitare la frequentazione del locale da parte di quella clientela dedita allo spaccio ed al consumo di sostanze stupefacenti, segnalandone tempestivamente l’eventuale presenza agli organi di polizia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra i tavolini malviventi e spacciatori: chiuso il Bar Fontana di Brescia

BresciaToday è in caricamento