Cronaca San Polo / Via Canneto

"Banda dell'asfalto" in azione a San Polo, un fermo

Sono famosi in tutta Europa: si tratta di zingari irlandesi che girano il mondo in cerca di persone da truffare. Sono entrati in azione anche a San Polo

La scusa è sempre quella: è avanzato del catrame da precedenti lavori di asfaltatura e, per questo motivo, si offrono lavori a bassissimo costo. Si tratta però di una truffa a tutti gli effetti, messa in atto dalla ormai celebre "Banda dell'asfalto", composta da quelli che in patria, in Irlanda, da dove è partita, vengono chiamati "chancers", letteralmente "approfittatori". Nei giorni scorsi sono entrati in azione a Brescia, nel quartiere di San Polo. 

La banda ha preso di mira il proprietario di un vialetto privato nei pressi di via Canneto. Gli uomini, stranieri, a bordo di un'auto di grossa cilindrata, con targa francese, hanno proposto al padrone di casa di coprire le buche e asfaltare la strada a un prezzo "modico", 12 euro per metro quadrato (all'atto del pagamento poi tale costo sarebbe lievitato parecchio). Tutto era già pronto, compreso il materiale, con ogni probabilità rubato, forse in provincia di Verona, caricato su due camion, e la squadra di operai stranieri, tra cui alcuni dell'Est Europa, ma a bloccare i lavori è arrivato il figlio del proprietario di casa, che ha declinato l'offerta. Il caso è raccontato sulle colonne di Bresciaoggi in edicola stamane.

Una volta liberatosi dei truffatori, il figlio ha denunciato il fatto alle forze dell'ordine. La Polizia locale di Brescia non è riuscita ad intercettare i camion in città, così sono intervenuti i Carabinieri di Verolanuova che hanno bloccato un mezzo pesante, identificandone il conducente (subito rilasciato). Le indagini per risalire all'identità degli altri componenti della banda sono in corso.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Banda dell'asfalto" in azione a San Polo, un fermo

BresciaToday è in caricamento