Acqua bollente in faccia, bimbo rimane gravemente ustionato

L'incidente nella tarda mattinata di lunedì alle Rive di Salò: la vittima è un bimbo di neanche 2 anni in vacanza con la famiglia, una coppia di tedeschi appena arrivati sul lago

Foto di repertorio

Ustionato su quasi il 40% del suo corpicino, anche in faccia e sul petto: questo il bilancio del grave incidente domestico che ha coinvolto un bimbo tedesco di neanche 2 anni, appena arrivato sul Garda insieme ai genitori per passare le vacanze delle Pentecoste.

L'incidente nella tarda mattinata di lunedì, poco prima di mezzogiorno al quartiere delle Rive a Salò: secondo una prima ricostruzione pare che la giovane mamma gli stesse scaldando il latte nel biberon usando dell'acqua calda.

Per quale motivo ancora non si sa, l'acqua bollente è poi finita addosso al bambino. Procurandogli così le varie e gravi ustioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento