Cronaca

Cuore malformato, bimbo operato prima ancora di nascere

Delicatissimo intervento chirurgico al Papa Giovanni XXIII di Bergamo che ha permesso di salvare la vita ad un feto di circa 33 settimane. Il suo cuore malato è stato operato quando ancora stava nella pancia della mamma

Un fotogramma dell'operazione

Intervento delicatissimo e unico in Europa all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, che ha permesso di salvare la vita di un feto di poco più di sette mesi, circa 33 settimane, su cui purtroppo già pesava una ipoplasia del cuore sinistro, la malformazione e il mancato sviluppo della parte sinistra dell’organo cavo che pompa il sangue nel corpo.

I medici sono intervenuti inserendo un cosiddetto “stent”, struttura metallica cilindrica e a maglia che viene introdotta negli organi cavi, appunto, che viene fatta espandere finché il suo diametro non ‘sopperisce’ alle mancanze e alle malformazioni dell’organo stesso.

Un’operazione complicata, e rischiosa, ma che è stata eseguita alla perfezione, senza nemmeno applicare incisioni sul corpo della donna incinta, per via dell’inserimento di una cannula attraverso un foro. La mamma sta bene, il bimbo è salvo: intervento perfettamente riuscito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cuore malformato, bimbo operato prima ancora di nascere

BresciaToday è in caricamento