rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca Via Fura

Ingoia un giochino in plastica: bambina salvata dal vicino di casa

È successo nella tarda mattinata di venerdì. Quando l'uomo è intervenuto la bimba era già cianotica, ma ha mantenuto la calma salvandola con la manovra di Heimlich

Non ci ha pensato due volte. Quando ha visto una bambina di sette mesi con il volto insanguinato e che non respirava gli ha praticato la manovra di Heimlich per espellere il corpo estraneo che gli si era conficcato in gola, salvandola. È successo in via Fura a Brescia nella tarda mattinata di venerdì, come riportato dal Giornale di Brescia.

Quando Giuseppe Ricciardi — questo il nome del pensionato eroe — ha udito la richiesta d'aiuto della mamma e la nonna della piccola si è precipitato nel cortile affianco a casa sua. La piccola era già cianotica e col sangue che le usciva dal naso, ma lui non si è fatto dal panico: l'ha presa e ha effettuato delle compressioni su torace in modo tale che la piccola potesse liberarsi del corpo estraneo: la sopresina di un ovetto di cioccolata. E così è stato: la bimba si è liberata dell'oggetto di plastica dura che le era finito in gola e aveva aperto una ferita.

Successivamente sono intervenuti i sanitari del 118 che l'hanno accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale, dove è stata medicata e dimessa in serata. Fortunatamente l'incidente non ha avuto gravi ripercussioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingoia un giochino in plastica: bambina salvata dal vicino di casa

BresciaToday è in caricamento