Cronaca Serle

Dopo 7 giorni nessuna traccia della piccola Iushra: “Tutto questo è inspiegabile”

Giovedì sarà l'ottavo giorno di ricerche, senza sosta, per la piccola Gazi Zannatul Iushra: di lei ancora nessuna traccia. Il papà è tornato a casa

Il papà di Iushra è tornato a casa: certo solo per una notte, per un sonno ristoratore come suggerito da medici e psicologi. Tornerà sull'Altopiano già giovedì mattina, per mantenere fede a quanto detto: “Non me ne vado finché mia figlia non si trova, viva o morta”. Certo è passata più di una settimana, e della bambina ancora nessuna traccia.

Una circostanza che anche dal coordinamento non esitano a definire “inspiegabile”: com'è possibile, si chiedono in tanti, che in sette di giorni di ricerche consecutive non sia stata trovata una sola traccia utile? “Non ce lo spieghiamo neanche noi”, ha detto il funzionario della Prefettura con delega alla Protezione civile Walter Togni.

“Abbiamo messo in campo tutto quello che potevamo mettere, e continueremo a cercare”. Senza sosta, fino a nuovo ordine, anche se il dispositivo è stato giù rimodulato: ci sono tra le 100 e le 150 persone che lavorano in contemporanea alle ricerche, tra volontari e corpi dello Stato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 7 giorni nessuna traccia della piccola Iushra: “Tutto questo è inspiegabile”

BresciaToday è in caricamento