menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Orrore in famiglia: bimba violentata dal nonno materno dall'età di 12 anni

E’ finita in tribunale a Brescia la vicenda di una ragazza cremonese di 29 anni, che sarebbe stata abusata dal nonno fin quando ne aveva 12

Abusata per anni dal nonno materno, che abita in provincia di Brescia, all’insaputa della nonna e dei parenti che spesso erano in casa: costretta a un silenzio forzato, per paura di non essere creduta, almeno fino al giorno del diploma, quando ha cominciato a parlarne con gli amici. Fino al 2015, quando invece ha denunciato quanto sarebbe accaduto direttamente ai carabinieri.

E’ finita in tribunale a Brescia, proprio in questi giorni, la vicenda che riguarda una ragazza oggi 29enne originaria di Cremona, ma che all’epoca degli abusi (che sarebbero stati consumati tra il 2002 e il 2008) ne aveva soltanto 12, e comunque era minorenne. Il grande accusato, appunto, è il nonno materno, 85 anni: a detta della ragazza avrebbe approfittato di lei in diverse occasioni. E per anni.

Gli abusi nella casa del nonno

Alla morte del padre, nel 2002, la bambina venne trasferita in un collegio, mentre la mamma migrava in Germania per lavoro. Nel weekend però, la piccola finiva sempre nella casa dei nonni materni, in provincia di Brescia. Ed è qui che si sarebbero consumati i reiterati abusi.

Sia quando rimanevano da soli in casa, ha raccontato la ragazza, sia quando erano a pranzo o a cena con parenti e amici, e lei era seduta di fianco al nonno. L’uomo avrebbe approfittato di lei prima con dei “massaggi” nelle parti intime, e poi con degli abusi veri e propri. Passano gli anni, nel silenzio. Poi il coraggio e la voglia di denunciare tutto. Adesso il processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento