menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fonte: Polizia Provinciale

Fonte: Polizia Provinciale

Colpi di fucile per abbattere il cervo: presi quattro bracconieri

Denunciati quattro bracconieri bresciani in azione sulle montagne della Valsabbia, a Levras di Bagolino: beccati dalla Polizia Provinciale dopo aver ucciso a fucilate un cervo di 150 chili. L’animale sarà venduto ai ristoranti della zona

Uno splendido esemplare di cervo da 150 chilogrammi ucciso da quattro bracconieri sulle montagne della Valsabbia. E’ successo a Bagolino: i quattro cacciatori – tutti denunciati – hanno colpito e ucciso un cervo maschio adulto, ma sono stati poi intercettati dagli agenti della Polizia Provinciale, nell’ambito di un costante flusso di controlli sull’attività venatoria.

I cacciatori sono stati beccati in località Levras: per loro è in arrivo una denuncia penale, già eseguito invece il sequestro di tutte le armi e di tutte le munizione. Erano in battuta di caccia, accompagnati da qualche fedele segugio a quattro zampe. Dovranno pagare anche una multa di circa 2000 euro.

La Polizia li ha fermati mercoledì pomeriggio: l’animale morto ora è stato trasportato a Vestone, in una cella frigorifera: se la magistratura ne darà l’autorizzazione, il cervo ucciso potrà essere messo in vendita, e acquistato dai ristoratori della zona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento