Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Ubriaco in bicicletta, litiga col barista e sfonda la vetrina a sassate

Arrestato (di nuovo) dai carabinieri un 19enne di Bagnolo Mella che già era ai domiciliari per spaccio di droga: un paio di notti fa si è ubriacato in bicicletta e ha litigato con il gestore di un bar

Foto di repertorio

Nonostante dovesse rimanere a casa (causa arresti domiciliari) i carabinieri lo hanno beccato che rientrava verso la sua abitazione in piena notte, intorno alle 3, in sella a una bicicletta e tra l'altro con i vestiti sporchi di sangue e una vistosa ferita al labbro inferiore. Completamente ubriaco, alla vista dei militari ha reagito male, malissimo.

Prima li ha insultati, poi ha continuato nel suo inutile sfogo lanciando loro addosso la sua bicicletta. Per fortuna non ha colpito nessuno, e nessuno si è fatto male: ma ne è nata un'inevitabile collutazione nel giardino di casa. Finalmente placcato e reso inoffensivo, è stato nuovamente arrestato ma questa volta per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali volontarie ed evasione.

Era già stato preso poco prima di Natale per spaccio di droga, per cui era stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari. Il balordo ha solo 19 anni, di origini senegalesi e residente a Bagnolo Mella: un paio di notti fa, in barba alle disposizioni di legge, è uscito di casa per andare a ubriacarsi.

In un bar del paese ha pure litigato con il barista e con gli avventori: tra vari insulti e forse qualche spintone ha deciso di chiuderla a suo modo, lanciando un pietrone contro la vetrina del locale, provocando dunque anche ingenti danni. Poi è salito in sella alla sua bicicletta, ed è tornato verso casa. Qui l'hanno beccato i carabinieri, impegnati in specifici controlli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco in bicicletta, litiga col barista e sfonda la vetrina a sassate

BresciaToday è in caricamento