rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Cronaca Bagnolo Mella

Fibre di amianto nel cantiere per il supermercato: scatta il sequestro

Già sotto i riflettori dalla scorsa estate, ora il sequestro

Sotto sequestro il cantiere (da oltre 15mila metri quadrati) per il nuovo supermercato nell'area della ex Sheraton di Bagnolo Mella: sigilli al cantiere da parte dei carabinieri del Noe (il Nucleo operativo ecologico) e di Arpa, a seguito delle disposizioni della Procura di Brescia. Questo per via degli esiti delle ultime analisi sui campioni prelevati nelle scorse settimane: nel terreno è stata rilevata la presenza di fibre di amianto, scorie che sarebbero state "nascoste" con la terra utilizzata per il fondo del cantiere (dove si dovrebbe realizzare un supermercato, spazi residenziali, parcheggi e area verde).

Già la scorsa estate, infatti, si erano accesi i riflettori sul sito in questione per l'ipotesi di reato di discarica abusiva: sono stati indagati il direttore dei lavori, il titolare del permesso di costruire e il responsabile dell'azienda edile che sta realizzando il progetto. E' in quella occasione che vennero prelevati i primi campioni: le successive analisi hanno rivelato la presenza di amianto. E sono arrivati i sigilli, fino a nuovo ordine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fibre di amianto nel cantiere per il supermercato: scatta il sequestro

BresciaToday è in caricamento