Inseguimento a 150 km orari, preso il pirata dei sorpassi folli

Nei guai un 42enne di Bagnolo Mella, beccato dagli agenti di Polizia Locale dopo un doppio sorpasso sulla Provinciale che porta a Leno: patente sospesa e multa salatissima per l’autista spericolato

Pare che la cosa si trascinasse da tempo: una Mercedes Classe A bianca e ultimo modello che sfrecciava sulla Provinciale incurante dei limiti di velocità, dei divieti di sorpasso, degli incroci e delle rotonde. La guidava un 42enne residente a Bagnolo Mella, e che se fosse stato 'beccato' prima si sarebbe meritato innumerevoli e costosissime sanzioni.

Sanzioni che gli sono piovute tutte addosso – dalla guida pericolosa alla sospensione della patente – a conclusione di un rocambolesco inseguimento che ha visto coinvolti gli agenti della Polizia Locale di Bagnolo, alle prese con lo spericolato automobilista beccato in flagranza proprio mentre si dilettava in un doppio (e poi triplo) sorpasso, probabilmente con linea continua.

Da qui l’inseguimento, con picchi di 150 chilometri orari: il 42enne alla guida è stato fermato all’altezza del semaforo di Leno, anche grazie all’intervento di supporto di un’altra pattuglia. Incredibile ma vero: fermato dagli agenti, sembra che l’autista senza freni abbia pure provato a giustificarsi. “Guido sempre così, e a nessuno è mai capitato niente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Da pochi mesi in Indonesia, morto a 42 anni Davide Savelli

  • Le prime cinque aziende bresciane per fatturato

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

  • Dona 6,6 milioni di euro: il gesto d'amore per il nuovo polo oncologico

Torna su
BresciaToday è in caricamento