Sparatoria in autostrada, il responsabile si nascondeva in provincia

Dopo aver dato fuoco alla sua auto ha trovato rifugio nell'appartamento di amici

Arrestato, si trova in carcere con l'accusa di tentato omicidio, e presto la sua situazione potrebbe aggravarsi. Si nascondeva in un appartamento di Bagnolo Mella il responsabile della sparatoria avvenuta martedì sera, 26 giugno, lungo l'autostrada A4 tra i caselli di Brescia Centro e Brescia Est. 

Dopo la descrizione dell'aggressore fornita dalla vittima, una donna di origine serba di 44 anni, gli uomini della Squadra Mobile di Brescia lo hanno rintracciato ed arrestato. Ad avere sparato i colpi di pistola è stato un pregiudicato veronese di 54 anni che in passato aveva rapporti d'affari con la donna, prima che questa diventasse il suo bersaglio. 

Dopo gli spari in A4 l'uomo aveva fatto perdere le proprie tracce, raggiungendo una zona isolata a Capriano del Colle, dove ha dato alle fiamme l'auto sulla quale era in fuga. Da lì ha poi raggiunto Bagnolo, dove è stato arrestato. Gli inquirenti stanno cercando di capire quali fossero i rapporti tra il veronese e la donna serba. Tra l'altro è emerso che il giorno precedente la fuga in autostrada, il 54enne aveva rintracciato la donna nel suo appartamento di Verona, picchiata brutalmente con un bastone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento