Muore in ospedale a 45 anni, aspettava un trapianto di fegato

Francesco Franceschini era malato di epatite ed era in lista d'attesa per il trapianto che avrebbe potuto salvargli la vita: è morto nei giorni scorsi in un letto del reparto di rianimazione del Civile di Brescia

AZZANO MELLA. Aspettava il trapianto di fegato, ma non ha fatto in tempo a sottoporsi all’operazione che avrebbe potuto salvargli la vita. Francesco Franceschini si è spento nei giorni scorsi, a soli 45 anni, in un letto del reparto di rianimazione del Civile di Brescia. 

Conviveva da anni con una grave forma di epatite, che alla fine l’ha portato alla morte, nonostante nel tempo si fosse sottoposto a tutte le possibili cure del caso.

Lascia la mamma Maria, i fratelli Giulio e Ferdinanda e gli amati nipoti Giacomo, Marco e Giovanni. Il giovane uomo era noto ad Azzano Mella, dove  risiedeva da anni. Martedì pomeriggio la comunità azzense si è riunita nella chiesa parrocchiale per dare l’ultimo saluto a Francesco e abbracciare i suoi famigliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento