Cronaca

Maxi evasione da 2,5 milioni: nei guai due amministratori bresciani

Sequestrati dalle Fiamme Gialle denaro contante per 420mila euro, una villa, conti correnti e quote azionarie

La Guardia di Finanza di Luino, nel Varesotto, sulle tracce di un maxi evasione fiscale perpetuata da due amministratori bresciani di 7 imprese edili, con sede in provincia di Brescia e di Varese.

I soldi sottratti al fisco ammonterebbero a circa 2,5 milioni di euro, a cui si aggiungerebbe un’evasione dell’Iva pari a oltre 500mila euro.

Le Fiamme Gialle hanno sequestrato ai due indagati una villa, conti correnti, quote azionarie e denaro contante per 420mila euro. La lussuosa abitazione è di proprietà di S.A., 45enne di Castrezzato, mentre i soldi e azioni appartengono a un 56enne residente a Rovato (P.S. le iniziali).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi evasione da 2,5 milioni: nei guai due amministratori bresciani

BresciaToday è in caricamento