Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Chiari

Colpito da legionella, 53enne bresciano in coma farmacologico

L'operatore ecologico, dipendente della Avr Spa e di casa a Chiari, è ricoverato in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione del Civile di Brescia. Verifiche e bonifiche in corso da parte dell'Ats

Colpito dalla legionella, è ricoverato in coma farmacologico nel reparto di Rianimazione del Civile di Brescia. A contrarre il batterio un 53enne di Chiari, che lavora come operatore ecologico per la Avr spa, la ditta che si occupata della gestione dei rifiuti per conto di Chiari Servizi. 

Non è ancora chiaro come e, soprattutto, dove l'uomo abbia contratto il batterio. Di certo le sue condizioni sono piuttosto critiche, come riferito dal  quotidiano Bresciaoggi: da mercoledì è in coma farmacologico, una misura necessaria per tentare di arrestare l'avanzata dell'infezione che colpisce principalmente i polmoni.

Il batterio della legionella prolifera in ambienti acquatici caldi, con temperature comprese tra 32° e 45° , e per questo è considerato un pericolo per la salute pubblica. A rischio sono impianti di condizionamento, le tubature, i condensatori e le colonne di raffreddamento dell'acqua: tutti ambienti umidi e riscaldati che possono diffondere il batterio.

Per questa ragione l'Ats sta ispezionando l'abitazione del 53enne e la sede operativa di Chiuduno (Bergamo) della società che ha in subappalto il servizio di raccolta rifiuti nel comune franciacortino. Se saranno trovate tracce del batterio, gli ambienti verranno bonificati. Nelle prossime ore, le autorità sanitarie decideranno se sottoporre a misure preventive anche tutte le persone entrate in contatto con l'uomo: familiari e colleghi di lavoro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpito da legionella, 53enne bresciano in coma farmacologico

BresciaToday è in caricamento