Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Aviaria, cresce la paura del contagio: il virus colpisce due allevamenti da 520.000 capi

La conferma arriva direttamente dal Ministero della Salute

Il virus dell'influenza aviaria è arrivato al confine della provincia di Brescia. Nessun allarmismo eccessivo, ma il Ministero della Salute ha comunicato di come, a seguito di analisi effettuate dal Centro di Referenza Nazionale dell'Izs delle Venezie di Padova, sarebbero già due gli allevamenti lombardi in cui è stato rilevata la positività al virus H5N8, appunto un sottotipo del virus dell'influenza aviaria.

In tutto gli animali potenzialmente a rischio sono più di mezzo milione: certo una quota minima (solo in provincia di Brescia ci sarebbero circa 50 milioni di esemplari avicoli), ma comunque una situazione da tenere d'occhio.

E difatti proprio il Ministero ha annunciato di aver “immediatamente applicato” le misure previste dalla direttiva comunitaria, compresa “l'istituzione delle zone di restrizione intorno al focolaio, l'effettuazione dell'indagine epidemiologica preliminare per individuare la possibile fonte del virus, le eventuali aziende a contatto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aviaria, cresce la paura del contagio: il virus colpisce due allevamenti da 520.000 capi

BresciaToday è in caricamento