menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Multavelox nascosti nelle auto della polizia: via libera del Governo

Il Ministero dei Trasporti ha dato un primo via libera all'installazione di nuovi autovelox nascosti sulle auto della Polizia Locale. Potrebbero rilevare infrazioni in continuazione

Gli automobilisti sono allertati: il ministero ha dato il via libera alla realizzazione e installazione sulle auto della Polizia Locale (Parere n. 2071 del 6 maggio 2015) di un autovelox di ultima generazione, in grado di rilevare la velocità della auto anche in movimento, sia riprendendole da dietro che in direzione opposta. In grado poi di scattare foto per 'corroborare' la sanzione in essere, e il tutto senza essere minimamente visibile dalle auto in transito.

Niente più cartelloni che avvisano dell'autovelox, fisso o mobile che sia, ma controlli costanti sulle pattuglie della Locale. Potrebbe essere una piccola rivoluzione nel 'mondo' delle sanzioni per eccesso di velocità: fino ad oggi la postazione degli agenti doveva essere visibile.

Era successo a Castiglione, ma ancora di più a Lonato, quando una telecamera nascosta in una vecchia Renault Clio in 'borghese' aveva scatenato le paure dei residenti in paese, e anche in redazione erano fioccate le segnalazioni. La Polizia Locale aveva poi smentito che si trattasse di un autovelox, quando piuttosto del 'Targa System', il sistema che permette di rilevare la condizione 'in essere' delle auto, l'assicurazione pagata e il bollo, se sia stata rubata o meno.


C'erano state comunque polemiche roventi. Ricordando anche una sentenza della Cassazione del maggio 2013, e che aveva bollato come “illegittime” le infrazioni per eccesso di velocità date attraverso autovelox nascosti all'interno di auto civetta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento