Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Autovelox: trenta multe al giorno sulla Desenzano-Castiglione

Il nuovo autovelox sulla Sp 567 tra polemiche e velocità pericolose. La Polizia Provinciale scrive al Ministero sul problema della segnaletica, alla ricerca di una tipologia comune "per rendere ben visibile il rilevamento della velocità"

Se ne discute da tempo, non solo per le vie ordinarie, ma il doppio autovelox collocato sulla Desenzano-Castiglione dalla Provincia di Brescia ha cominciato ufficialmente a funzionare lo scorso venerdì. Prima nei comitati dei consumatori, poi anche su Facebook, tutti ne hanno parlato e in molti lo hanno criticato: la Sp 567 è una strada battutissima dove però in molti momenti della giornata la via è praticamente libera e per automobilisti e motociclisti diventa quasi naturale premere un pochino sull’acceleratore. I cartelli che invitano a rispettare la velocità ci sono da anni, ma le rilevazioni degli ultimi tempi hanno suggerito alla Provincia di Brescia un intervento più sostanziale.

Da venerdì ore 17 la media è di circa trenta multe al giorno sulla via che va verso Castiglione, ‘solo’ dieci invece nel senso opposto. Gli impianti fissi di rilevazione della velocità sono ormai di uso comune in tutta Brescia e Provincia, e sono una fonte sicura di introiti ma anche un deterrente importante sul tema della velocità controllata. La stampa locale ha infatti pubblicato i recordman della velocità, da un motociclista che supera i 185 km/h ad un automobilista che invece sfiora i 180. E tutto in pieno giorno. Ma il problema vero è un altro: lo stesso comando di Polizia Provinciale ha preferito inviare un quesito preciso al Ministero dei Lavori Pubblici proprio sulla questione della segnaletica.

In entrambi i sensi di marci vi è un cartello che segnala la presenza degli autovelox fissi. Non esiste però una normativa precisa sulla tipologia di segnaletica da utilizzare, per esempio sulla grandezza dei cartelli o sulla simbologia più adeguata. I consumatori di tutta Italia si sono spesso appellati sulla mancanza di segnali ben visibili, e anche il Codacons ha più volte sollevato la questione, anche per la Sp 567. Scrive il comandante Caromanni (Giornale di Brescia, 15 giugno): “Né il Codice della Strada né il relativo regolamento di esecuzione, né il decreto ministeriale, stabiliscono quale sia la tipologia di segnaletica da utilizzare”.

In effetti qualcosa non va. Da Desenzano a Castiglione (media trenta multe giornaliere) non vi è un cartello esplicito che segnali la postazione fissa, ma solo il simbolo di polizia, senza “esplicitare il tipo di attività in atto”. Nel senso inverso (dieci multe al giorno) vi è invece il cartello ‘Controllo elettronico della velocità’, senza però che vi sia la segnalazione della postazione fissa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autovelox: trenta multe al giorno sulla Desenzano-Castiglione

BresciaToday è in caricamento