Cronaca Centro

Auto "clandestine" in ZTL: in arrivo tempi duri per i furbi

Al vaglio dell'amministrazione soluzioni per ovviare alle falle della rete di controlli sui vicoli minori, probabile l'introduzione di telecamere a controllo delle targhe in uscita.

Stretta sui controlli del traffico in ZTL a Brescia.

L'amministrazione prevede infatti un potenziamento delle telecamere per individuare quelle auto che riescono a introdursi "clandestinamente" in centro storico tramite gli accessi secondari, non presidiati dall'occhio elettronico.

Molti sono infatti gli automobilisti che approfittano delle falle nel sistema di controllo sui vicoli minori, tramite i quali è facile accedere alla zona a traffico limitato senza il rischio di incorrere in sanzioni.

Prevedere  una telecamera per ogni accesso è una soluzione troppo costosa per l'amministrazione, che ha così ipotizzato l'introduzione di telecamere lungo i varchi in uscita dal centro, esperimento già tentato con successo in via Pace: la tecnologia è la stessa dei normali varchi, ma permette di rilevare le targhe anche di coloro che erano riusciti a entrare in ZTL eludendo i controlli.

Le prime aree cittadine in cui probabilmente si interverrà sono Piazzale Arnaldo, per il quale la giunta sta valutando l'ipotesi di una Zona 30, e il Carmine. Erano state ideate e predisposte infatti già dalla giunta Paroli, ma mai attivate, delle postazioni a controllo della "movida" nei giorni festivi, che ora potrebbero essere "ricondizionate" in vista di questa nuova stretta intorno alla ZTL.

Non mancano le polemiche sulla cartellonistica preposta ad avvisare gli automobilisti dell'imminente ingresso in ZTL. Se preso i varchi presidiati, ben in vista,  resta della confusione sullo "status" attivo/non attivo, fra le viuzze del centro è talvolta difficile accorgersi per tempo dell'ingresso nella zona off limits.

Facile cadere in errore dunque anche per quegli automobilisti ligi alle regole  che forse non vorrebbero violare il cuore presidiato della città ma che potrebbero pagare presto multe salate come scotto per questa distrazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto "clandestine" in ZTL: in arrivo tempi duri per i furbi

BresciaToday è in caricamento