Cronaca

Nudi in cella per 24 ore: arrestati due tassisti bresciani

Decine di arresti in Germania: tassisti italiani, tra cui due bresciani. Sarebbero stati arrestati e trattenuti in cella, completamente nudi, per quasi 24 ore. La furia delle associazioni di categoria

Decine di arresti, operati dalla polizia tedesca. In manette i tassisti dotati di licenza di Noleggio con Conducente, rei di aver trasportato in Germania un imprecisato numero di immigrati, clandestini e profughi. Facendosi pagare profumatamente.

Tra gli arrestati anche due tassisti bresciani, con doppia licenza: per Brescia, appunto, ma anche per Milano. Forse la punta dell’iceberg di un braccio di ferro che anticipa il cambio in corsa del Mare Nostrum, ora prossimo ad un trasferimento di livello europeo con Frontex Plus.

Sono da confermare poi le voci che vorrebbero i due bresciani arrestati, fermati in Austria, costretti a passare almeno 24 ore in cella, completamente nudi. In difesa della categoria ovviamente le cooperative di settore, secondo cui non è obbligatorio, per chi guida un’auto ‘marchiata’ NCC, sapere chi sia o chi sono i clienti poi accompagnati a destinazione. “Nessuna legge ci impone di chiedere loro l’identità”.

Il primo arresto sarebbe arrivato dalla provincia di Vicenza: in manette il 45enne Alessio Tavecchio, che nella sua auto stava trasportato una decina di profughi siriani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nudi in cella per 24 ore: arrestati due tassisti bresciani

BresciaToday è in caricamento